Io odio i Club Privè … racconto (vero) – Part I

E’ cosa nota che mia moglie non ami i club privè, anzi, credevo li detestasse proprio. In passato un paio di esperienze senza alcuna emozione, insomma esperienza da non ripetere.
Vengo a sapere di recente dell’apertura di questo nuovo “naturist club”, un posto che coniuga il concetto (seppur alla lontana) di centro wellness con la trasgressione dei privè (nulla a che fare con la sauna del primo dell’anno…). Glielo propongo, non mi dice di no.
Io sono in fibrillazione, usciamo da un periodo cupo del nostro rapporto di coppia per il suo ultimo fidanzamento; vorrei schiacciare il piede sull’acceleratore ma ….la conosco, sarebbe come buttare tutto al vento. Lascio passare le settimane, ogni tanto ne parliamo, fantastichiamo su come si possa essere trasgressivi ed erotici dentro una sauna a 90°C; ci scherziamo sopra. Arriva l’anno nuovo, l’occasione e propizia, una sera siamo soli e scatta la proposta: “che dici, andiamo a farci una sudata porcellina?”
Mi spiazza. Accetta subito. Ho il cuore a mille, nella mia testa parte il film della serata, ho voglia di esibirla, lei lo sa e, senza che le chieda nulla si fa bella come non mai: Capelli sciolti, in filo di trucco sugli occhi, abito nero con schiena scoperta e pizzo da metà coscia in giù. Sotto solo reggicalze color carne e calza in seta (quella che fa le pieghe per intenderci) che si intravvedevano dal pizzo. Sandalo tacco 12. E’ una meraviglia. La riempio di complimenti e mentre lo faccio sento il mio cazzo che preme sui pantaloni, sento il sangue pulsarmi nelle tempie, la guardo ancora, non riesco a trattenermi dall’apostrofarla come una troia, lei sorride e ribatte “mi hai voluta tu così”.
Partiamo, un’oretta di strada in cui alterno silenzi per ascoltare il mio cervello che è un fiume in piena a brevi discorsi sul più ed il meno. La mia mano indugia spesso sulle sue cosce, risalgo fino al bordo delle calze ed ancora più su dove il pube incontra l’interno della coscia. Il suo corpo glabro mi manda in estasi, colo come un adolescente, glielo dico. La sua mano mi sfiora la patta, il che contribuisce ancora di più a rendere rigido oltre ogni misura il mio sesso. Vorrei possederla. Ma stasera non è la mia serata.
Arriviamo, il posto è in una location molto bella, [Leggi Tutto]

Leggi tutto il post nel forum e commenta nell’apposito thread